📻 Live ERS

La techno music e l’arte di non arrestarsi davanti all’ignoto

L’arte è forse l’ambito nel quale dovremmo cercare di essere più aperti alla novità e alla sperimentazione in assoluto, eppure talvolta capita di ragionare a compartimenti stagni: per esempio ci sono innumerevoli distinzioni fra generi e sottogeneri musicali, e talvolta questo può risultare fuorviante. Si possono venire a creare delle etichette che alla fine non rispecchiano le reali differenze e somiglianze fra i brani, e, come per tantissime altre situazioni, alcune di queste etichette sono giudicate negativamente senza un’effettiva esperienza e riflessione sulla musica in questione.

Ma siamo veramente sicuri che dietro a ciò che riteniamo inferiore dall’alto della nostra colta e invidiabile cultura musicale non vi sia davvero nulla di buono?

Per collegarci al tema settimanale del “So bad it’s so good”, oggi vorremmo parlare della musica chiamata comunemente “techno”, ovvero la musica elettronica, i cui suoni sono prodotti mediante apparecchi elettronici.

Se cerchiamo il significato di “techno-music”, sui dizionari più importanti, per esempio quello di Repubblica, troveremo questa definizione: “musica da discoteca prodotta con apparati elettronici, caratterizzata da ritmi martellanti e volume assordante”.

Anche senza un’approfondita conoscenza dell’argomento, sembra un’idea un po’ riduttiva. In effetti, però, è l’idea che fa parte della cultura generale e collettiva.

E non si tratta di un atteggiamento esistente solo nei confronti della techno, ovviamente: i nostri pregiudizi artistici spesso si basano sulle persone che frequentiamo e su come esse considerino qualcosa, su quella che è la nostra personale idea di arte, sulle nostre inclinazioni personali. Ci sono persone che amano la musica classica ad esempio, percependola vicina ed attuale, e altre che ritengono che sia completamente superata. Spesso però, anche chi è ritenuto essere più aperto ai diversi generi musicali, come musicisti o “cultori della musica”, tende ad avere pregiudizi: alcune argomentazioni per esempio sono che un brano in cui non vengono utilizzati veri e propri strumenti musicali non può essere definito musica.

Ma l’interrogativo che vi lanciamo oggi è: la musica effettivamente cos’è se non espressione artistica? Davvero possiamo classificare le espressioni artistiche giuste e quelle non giuste, quelle pure e quelle non pure? Creare qualcosa può essere definito sbagliato a causa del mezzo attraverso il quale si compie l’azione, oppure la creazione è in sé un atto artistico, elevato, necessario e vitale?

Le forme di innovazione, di cui la musica techno è solo un esempio che stiamo prendendo in considerazione oggi, non sono mai accolte subito con grande calore, perché molto spesso tendiamo a preferire ciò che conosciamo e fermarci, per paura, davanti a ciò che invece non conosciamo.

Qualcosa che può sembrare “so bad”, magari perché non ascoltato bene e perché si hanno dei pregiudizi o magari davvero perché il genere non è nelle nostre corde, può essere “so good” per qualcun altro. Può essere “so good” in tantissime forme diverse: perché ha contribuito a dare idee, perché ha portato innovazione, perché ha fatto scaturire emozioni o perché anche solamente in un dettaglio minimale ha apportato un cambiamento alle nostre vite.

E’ una lettura di questa frase un po’ diversa, certo, ma vorremmo utilizzarla oggi sperando di stimolare una riflessione. Le limitazioni che poniamo a noi stessi costituiscono una gabbia: l’arte sceglie tutte le vie, anche quelle più contorte o particolari, e non si arresta davanti a ciò che è ignoto; siamo solo noi ad arrestarla talvolta.

(Il suonatore Jones)

News sulla musica elettronica: https://www.musicaelettronica.it

 

Rispondi

Noi di EDM Radio Suisse aiutiamo i bambini in difficoltà.

Visite

  • 5.205 dal 06.11.2020 a oggi.
Translate »

ERS

Install
×
×

Ciao amici,

raccontateci chi siete, i vostri sogni, cosa fate, come vi sentite, dove siete, fateci ridere, riflettere, piangere, ecc... insomma, scrivete quello che volete!😜

Potete anche mandarci i vostri fantastici pezzi, li valutiamo e se fanno al caso nostro li trasmetteremo con piacere in radio.

Attendiamo con entusiasmo e impazienza i vostri messaggi.

A presto...ERS.👐

Chat aperta da lunedì a sabato, dalle ore 10 alle ore 18.

Mail: info@edmradiosuisse.com

×
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: